disponibili a prezzo scontatissimo

biglietti Disneyland Paris

a 49€ invece di 60€

MENU: scegli i servizi che ti interessano

domenica 24 giugno 2012

Attenti alle Truffe

Poter fare un viaggio a Parigi, per la maggior parte delle persone, significa fare qualche piccolo sacrificio economico per prenotare i voli, l'hotel, ecc... Quindi perché far diventare questa vacanza, che dovrebbe essere dedicata al piacere, alle emozioni ed alla cultura, un trauma che potrebbe farvi legare per sempre Parigi ad una disavventura?
Questo post è dedicato a coloro che, visitando Parigi, vogliono evitare di essere truffati, derubati e vogliono partire prevenuti sui rischi che si possono facilmente incontrare (specialmente nei periodi di alta stagione: aprile-luglio).
Ecco dunque un elenco che potrebbe tornarvi utile quando verrete a Parigi (il sol fatto di leggere queste descrizioni vi permetterà di evitare al 99% di diventarne "vittime" in quanto sarete capaci di individuare ed evitare i pericoli):

- I Braccialetti di Cotone Colorato
è un raggiro innoquo ma abbastanza fastidioso. Mentre camminate siete avvicinati da uno o più individui che vi chiedono o pretendono che voi gli poniate la mano. Nel caso in cui gli ponete la mano (spesso senza che vi rendiate conto del perché) questi inizieranno a tesservi in pochissimi istanti un braccialetto o un anello con dei fili di cotone colorato.
Per chi fosse interessato a questo prodotto non c'è alcun problema. Nel caso contrario invece la truffa sta nel fatto che, dal momento in cui hanno iniziato a fare il braccialetto non si ha modo di rifiutarsi, essendo costretti contro la vostra volontà a pagarli qualche euro.
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Non porgere il braccio, non fermarvi a parlare (nonostante loro cercheranno di risultarvi simpatici perchè inizieranno a parlare italiano; conoscono tutte le lingue!). Dunque passategli davanti senza rivolgergli lo sguardo o la parola, oppure dite in modo gentile "no merci!" e continuate tranquilli per la vostra strada.
Il luogo dove potete, quasi certamente, incontrare questa truffa?
All'entrata inferiore dei giardini che conducono al Sacré-Coeur (quelli che si incontrano per raggiungere la basilica dalla stazione metro Anvers).


I Biglietti Metro Scontati
Porre particolare attenzione a questa truffa in quanto può costarvi abbastanza caro.
Nelle stazioni della Metro molto affollate delle persone vi propongono di acquistare dei biglietti (ticket t+ o abbonamenti) a prezzo scontato. In effetti, acquistando ed utilizzando il biglietto, questo funziona normalmente e vi permette l'accesso ai mezzi di trasporto senza alcun problema.
I problemi insorgono invece quando, convinti di aver acquistato un abbonamento, provate a riutilizzare il biglietto per prendere un secondo mezzo e non funziona più: questo perché vi hanno venduto come abbonamento un semplice biglietto t+ (questa truffa é "riservata" ai turisti più sprovveduti dato che sarebbe facilmente smascherabile).
Se invece pensate di aver comprato, facendo un buon affare, dei ticket t+ a prezzo scontato sappiate che utilizzandoli potete essere soggetti a delle multe in caso di controllo. Infatti non vi hanno venduto dei ticket t+ a tariffa piena ma dei t+ a tariffa scontata che possono utilizzare solo i bambini sotto i 10 anni.
Quindi, al momento di un controllo, un adulto in possesso di un biglietto per bambini sarà soggetto ad una multa! Oltre il danno la beffa...
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Se vi propongono di acquistare dei biglietti a prezzo inferiore evitate di crederci, nessuno vi regala dei biglietti in questo modo! Per esserne certi potete leggere attentamente cosa c'é scritto sul biglietto, la maggior parte dei turisti non conosce nemmeno l'esistenza dei biglietti a prezzo scontato.
Il luogo dove potete, quasi certamente, incontrare questa truffa?
Agli ingressi e nelle vicinanze dei distributori di biglietti delle stazioni Metro Barbès-Rochechouart, Gare du Nord,...
PS: per conoscere i prezzi dei vari biglietti e dunque farvi un'idea di quanto pensate di risparmiare controllate questa pagina dedicata.


- I Ritratti a Montmartre
Come per il precedente questo raggiro é un po' fastidioso, ma innoquo.
Camminate per le stradine di Montmartre e ad ogni passo c'è un artista, con tanto di tavoletta in mano, che vi chiede se volete farvi fare un ritratto. Ovviamente chiunque vorrebbe farsi fare un ritratto come ricordo della splendida vacanza a Parigi, ma se accettate e chiedete il prezzo dell'opera che l'artista vi realizzerà, questo sorvola e dice che non c'è problema, che intanto ti inizia a fare il ritratto.
Il disegno viene bene, non c'è che dire, ma il problema è che al suo termine il prezzo da pagare è davvero elevato (dalle 50 alle 150€, dipende dal tipo di turista che capita)! Ed il fatto di aver accettato vi fa credere di dover acquistare per forza il ritratto quindi questi artisti abusivi avranno guadagnato al posto degli artisti in regola che potete trovare in Place du Tertre.
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Innanzitutto evitate gli artisti che lavorano in piedi in mezzo alla strada ma rivolgetevi a quelli in Place du Tertre. Altra regola importantissima è contrattare il prezzo prima di iniziare il ritratto o la caricatura: evitate in qualsiasi caso gli artisti che non vi vogliono dire il prezzo in anticipo. Nel caso in cui capitate sotto le loro grinfie e vi chiedono una cifra esorbitante o contrattate fino a scendere a 15-20€ oppure ve ne andate senza nulla dover dare a questi truffatori... in fondo non possono denunciarvi in quanto sono degli abusivi che agiscono contro legge!
Il luogo dove potete, quasi certamente, incontrare questa truffa?
Nelle stradine di Montmartre che collegano la Basilica del Sacré-Coeur alla Place du Trertre.


- La Donazione per i Sordomuti (o disabili in generale)
Anche questo è una truffa poco grave. Le vittime più frequenti sono le persone che vogliono aiutare le altre persone che nella vita sono state meno fortunate.
Mentre camminate, mentre state facendo le foto o mentre siete in contemplazione di un qualche monumento siete avvicinati da un gruppo di ragazzini sordomuti che, a gesti, vi chiedono di leggere la cartellina che hanno in mano. Su questa c'è scritto di fare una donazione per una fantomatica associazione che dovrebbe aiutare i sordomuti). Prima di dare il denaro dovete mettere una firma per ufficializzare la donazione.
In questa situazione però è meglio non farsi prendere dal sentimento di compassione in quanto questi sono in realtà truffatori che cercano di estorcere denaro.
Per rendervi conto della truffa si può osservare che:
tutti i ragazzini (dai 3 ai 10 per gruppo) sono zingari- Sono tutti sordomuti, una cosa al quanto insolita! Insolita specialmente perchè quando si nega la "donazione" questi individui iniziano tranquillamente a parlare tra di loro!!
Inoltre le cartelline che hanno in mano sono costituite da dei pezzi di cartone, di compensato rovinato o di giornali... una cosa molto poco professionale per un'associazione di volontariato!
Infine nessuno di questi ragazzini indossa un cartellino di riconoscimento (dove poter leggere gli estremi dell'associazione e della persona).
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Semplicemente ignorate ogni loro richiesta, dopo qualche secondo andranno a cercare qualche altra preda.
Il luogo dove potete incontrare questa truffa?
Potrebbe essere ovunque dentro Parigi, ma se ne registra un numero elevato nei luoghi tipicamente turistici ed affollati come Notre-Dame, il Centre Pompidou, l'Opera.

- Le Sigarette a Basso Costo
Più che una truffa che fa perdere denaro è una truffa che fa perdere la salute.
Alla stazione Metro Barbès-Rochechouart vi dovete fare largo tra decine e decine di individui che, tra le altre cose, vi chiedono se volete acquistare dei pacchetti di sigarette delle marche più famose per soli 2 €.
La truffa non sta solo nel contrabbando (dato che le sigarette proposte sono prive di imposte statali, il che giustifica il prezzo così basso) ma, cosa gravissima, queste sigarette hanno una provenienza assolutamente sconosciuta mentre al contempo hanno una riconosciutissima pericolosità: contengono prodotti chimici estremamente dannosi!
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Dovete resistere alla tentazione di poter acquistare delle sigarette ad un prezzo bassissimo e camminare tra questa gente senza dargli retta.
Il luogo dove potete, quasi certamente, incontrare questa truffa?
All'interno, all'uscita e nelle immediate vicinanze della stazione Metro Barbès-Rochechouart.

- Il Gioco delle Tre Carte
In realtà in questo caso non vengono utilizzate le carte ma tre cerchi neri di plastica, sotto uno dei quali si trova attaccato un cerchio bianco di carta.
Il "gioco" consiste nell'indovinare, dopo essere stati mischiati, qual'è il dischetto sotto il quale si cela il segno bianco. La truffa consiste invece nel fatto che chi muove i dischetti è un abilissimo maneggiatore e sa come imbrogliare la preda ad ogni suo tentativo di vincere.
Vi starete chiedendo: ma se si sa che questo è un gioco d'azzardo e che c'è sempre il trucco, perché mai dovrei cascare e provare a giocare?
Ebbene la bravura del truffatore non si ferma all'abilità manuale ma anche quella di ammagliatore: vi farà credere che vincere è semplicissimo e vi convincerà a giocare.
Vediamo cosa avviene dal punto di vista dello sprovveduto che camminando per una stradina affollata incappa nella visione di un gruppetto di persone  riunite a cerchio e dall'aria divertita e felice...:
si scorge questo "tavolo da gioco" fatto di scatole di cartone sul quale un individuo mischia i tre dischi mentre spiega ad alta voce le "regole del gioco" (tenendo sempre in bella mostra tra le mani qualche banconota da 50 €). Ovviamente la futura vittima non si azzarda a puntare perché sa che il gioco è un imbroglio, eppure... il truffatore muovendo piano piano i dichetti fa vedere bene dove finisce il disco vincente ed una persona del "pubblico" punta senza esitare 50 €. Vince!! Stupore della futura vittima che, sorridendo, pensa: "l'avevo visto pure io che era quello il disco, avrei potuto puntare e vincere!".
Inizia subito un altro giro e, sempre facendo capire dove sia nascosto il cerchio bianco, il truffatore propone ad un'altra persona del pubblico di giocare. Tutti sanno qual'è il disco giusto ma questo giocatore, puntando anch'esso 50 €, sbaglia clamorosamente!
La futura vittima pensa ancora: "era facilissimo, era l'altro dischetto!!" Ed è a questo punto che il truffatore domanda alla futura vittima quale sia il cerchio giusto...
La futura vittima, ingenuamente, avendo la certezza di sapere la risposta indica uno dei due dischetti rimasti, quello vincente. Ma il truffatore facendogli vedere da vicino 100 €, ovvero quello che potrebbe vincere puntando 50 € (perché in questo "gioco" si vince il doppio di quello che si punta), chiede alla futura vittima di tirare fuori i soldi e darglieli per poter proseguire col gioco. La futura vittima, un po' titubante ma certa al 100% di poter vincere quelle 100 €, apre il portafogli ed esce le sue 50 €. In quel momento di distrazione però una persona del pubblico, più svelta della futura vittima, prende l'iniziativa e punta per prima sul dischetto. Il dischetto viene capovolto e risulta effettivamente essere quello vincente. il giocatore intasca le 100 € alla faccia della futura vittima che pensa ancora una volta: "quelle 100 € erano mie! Era facilissimo! Potevo vincere!".
Un'altra mano del gioco comincia, il truffatore fa sempre vedere bene dove si trova il cerchietto bianco finché non smette di mischiare, dopo di che chiede alla futura vittima (che d'ora in poi ahimé potremo chiamare "la vittima") di puntare le 50 €. La vittima, dati i precedenti, non ci pensa più di tanto e dà in mano al truffatore le 50 € il quale lo invita a capovolgere lui stesso il disco: tra gli applausi ed i "bravo hai vinto" delle altre persone del pubblico, la vittima capovolge il dischetto vincente ma, con grendissimo stupore, scopre che non è quello col cerchietto bianco!!! Disorientato, deluso ed incredulo per aver perso 50 € fa un passo indietro dicendo "non è possibile!" e fa cenno di andar via.
Il truffatore però non accontentandosi di quelle 50 € e conscio di aver fatto abboccare una preda facile gli dice che vincere è davvero è facile tant'è che in un baleno viene fatto un altro giro e la vittima, trattenuta ed incitata dal resto del pubblico, assiste ad un'ennesima facile vittoria di un altro contento puntatore...
Al giro successivo la vittima cede e prova a puntare per la seconda volta 50 € pensando: "prima devo essermi distratto per un istante. Adesso non c'è dubbio, ho tenuto gli occhi aperti e ho visto ogni minimo movimento che il truffatore ha fatto con le mani, sono certo di vincere, devo riprendermi i soldi persi!". La vittima viene invitata a capovolgere il dischetto e... "Noooo!!!" è quello sbagliato!
Così dopo aver perso (o regalato) 100 € la vittima va via con la coda tra le gambe e con lo sguardo basso, e per tutto il resto del soggiorno a Parigi gli frulleranno per la testa questi momenti e penserà a cosa avrebbe potuto fare di bello con quelle 100 € a Parigi...
Perché allora questo gioco è una truffa se gli altri vincono?
Perché tutto il gioco è un teatrino, il pubblico è composto all'80% da complici del truffatore. Tutti quelli che vincono (ed anche quello che perde) recitano di fatto un ruolo ben preciso nella ben rodata organizzazione. All'inizio il truffatore effettivamente fa vedere bene il dischetto vincente sapendo per certo che per i primi giri punteranno solo i suoi complici.
Una volta invece invogliata la vittima a giocare il truffatore mette in pratica le sue abilità di maneggiatore ed il trucco è "semplice": maneggia un disco (perdente) con una mano e due dischi con l'altra. All'ultima mossa il truffatore invece di poggiare il dischetto più basso tra i due tenuti in una mano (quello col cerchio bianco) riesce a poggiare quello più in alto dei due (quello perdente). Tale mossa è fatta con un gesto "innaturale" in modo così veloce che l'occhio inesperto della vittima non può mai percepire. La vittima è così convinta di aver ancora sott'occhio il buon dischetto, lo continua a seguire  nelle ultime mosse fino a che non si ferma, ma al momento di girarlo rimane stupito nello scoprire che è quello sbagliato.
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Potete anche fermarvi a vedere il teatrino ma non fatevi prendere dall'euforia vedendo che delle persone vincono così tanti soldi in una maniera così facile, sono dei complici.
Il luogo dove potete, quasi certamente, incontrare questa truffa?
Luoghi di grandissimo flusso di turisti come il ponte che collega il Trocadero alla Tour Eiffel, la stradina che sale dalla stazione metro Anvers verso il Sacré-Coeur, i marciapiedi della strada che collega la stazione metro Porte de Clignaincourt al Mercato delle Pulci di Saint-Ouen.
PS: Questa spiegazione permetterebbe di poter "truffare i truffatori" in quanto ci sono dei momenti vulnerabili in cui si può "vincere", ma vi consiglio vivamente di non provarci per evitare di mettere a rischio la vostra incolumità in quanto si ha a che fare con gente pericolosa a cui non piace "perdere"!


L'Anello d'Oro
Una truffa molto semplice e veloce: mentre camminate tranquillamente per strada un individuo si fionda ai
La ricompensa che vi chiederà in cambio del finto anello d'oro può variare dai 5 € ai 50 € o più.
Come evitare di diventare vittime della truffa?

vostri piedi  facendo finta di cogliere da terra, davanti ai vostri occhi, un grosso anello d'oro. Dopo aver recitato una faccia stupita cercherà in un modo o nell'altro di darveli in cambio di qualche euro.
Non date mai retta a degli individui (molto spesso zingari, quindi molto riconoscibili) che vi si avvicinano e vi porgono delle cose chiedendo dei soldi. Fate finta di niente, esclamate un NO secco, ed andate avanti per la vostra strada. 
Il luogo dove potete, quasi certamente, incontrare questa truffa?
Ovunque a Parigi, specialmente in luoghi frequentati da turisti dato che questi sono sempre le prede preferite dai truffatori.


- Lo Scippo in metropolitana o per strada
Questo è l'evento peggiore di tutti in quanto avviene senza "scelta" della vittima e comporta non solamente la perdita di soldi ma anche di oggetti di valore e dei documenti, indispensabili durante un viaggio.
Esistono, purtroppo, diverse varianti di scippo e quelle che si possono evitare (all'80%) sono quelli di destrezza. Questo elenco nell'elenco vi permetterà di riconoscere il rischio e di evitare di essere derubati. Analiziamo le varie situazioni.
1) Entrate in una stazione della metro e salite su un vagone molto affollato. Lo spazio in piedi non è sufficiente e ci si deve stringere per poter entrare, cosi da trovarsi a stretto contatto con il resto dei passeggeri fino a destinazione. Scendete dal vagone, uscite dalla metro ed alla prima occasione in cui vi servono i soldi o dovete fare una telefonata vi accorgete di non avere più il portafogli e/o il cellulare che avevate tenuto fino ad allora nella vostra borsa.
Cosa è successo? Nella metro affollata, degli zingari (nel 99% dei casi si tratta di ragazzine o signore ed agiscono in coppia) approfittano ad addossarsi alla vostra borsa e, coperte dalla loro grande borsa, vi inseriscono le loro mani per rubarvi gli oggetti più preziosi. Non sottovalutatele, riescono ad intrufolare le loro mani, senza che ve ne accorgiate, anche se la borsa è chiusa e se ce l'aveta davanti. Molto spesso, se individuano la vittima prima di salire sul vagone aspettano che questa vi salga e, mentre una le svuota velocemente la borsa degli oggetti di valore, l'altra ferma la chiusura automatica delle porte del vagone e le rilascia nel momento in cui la ladra vi esce. In questo modo anche se la vittima si dovesse accorgere al momento del furto rimarrebbe "intrappolato" nel vagone e le ladre uscirebbero in tutta tranquillità dalla stazione.
2) Dopo aver camminato parecchio sia per strada che per i cunicoli della metro ad un certo punto vi accorgete di non avere più il telefono e/o il portafogli.
Cosa è successo? Mentre state camminando, distratti dal parlare col vostro compagno/a o distratti dalla consultazione di una guida turistica, degli individui vi seguono da molto vicino in maniera molto discreta aprendo la vostra borsa che tenete a tracolla alle vostre spalle e vi rubano gli oggetti.
3) Camminate o state fermi per strada o nella metro, una o due persone (nella maggior parte dei casi dei ragazzini zingari che cercano di dissimulrasi indossando delle giacchette "eleganti") si avvicinano per chiedervi informazioni sui trasporti. Nel chiedere informazioni vi mostrano una mappa che in realtà gli serve per coprire la vostra borsa/borsello nel quale stanno intrufolando le loro mani. Spesso agiscono in 3 o in 4 in modo da "stordire" la vittima con la loro insistenza e nel frattempo rubarvi le cose.
4) Siete ad uno sportello Bancomat per prelevare dei contanti, non appena inserite il codice segreto un gruppetto di ragazzini zingari si fionda sul distributore iniziando a spingere tasti un po' a caso sperando di riuscire a far uscire la più alta somma di denaro che prendono al volo e scappano.
5) Siete seduti ad un tavolino sul marciapiede antistante un bar o di un bristot ed avete poggiato il vostro cellulare (specialmente se i-Phone!) sul tavolino. Basta un attimo di distrazione ed il telefono vi verrà sottratto da dei ragazzini che fuggiranno a gambe levate, anche in pieno giorno.
Come evitare di diventare vittime della truffa?
Nel momento che vedete degli zingari che si aggirano nella folla, con lo sguardo diretto prevalentemente alle borse, state attenti. Inoltre, in qualsiasi posto vi troviate, mettete la vostra borsa a tracolla sul davanti e mai alle vostre spalle; inoltre tenete costantemente una mano sull'apertura. Il consiglio migliore è mettere portafogli o telefoni nelle tasche interne delle vostre giacche o delle vostre borse (possibilmente chiudibili con cerniere o bottoni) e assolutamente mai nelle tasche posteriori dei vostri pantaloni. Inoltre "guardatevi le spalle" a vicenda.
Non abbassate mai la guardia e non pensaate che ve ne accorgereste se vi mettessero le mani addosso per rubarvi qualcosa, ho visto ladri cercare di rubare un braccialetto direttamente dal polso di una persona che stava camminando nella metropolitana. Se il furto non è andato a buon fine non è stato merito della persona che se n'è accorta ma degli altri passanti che l'hanno avvisata.
Il luogo dove potete, incontrare questa truffa?
Ovunque, specialmente in luoghi affollati come la metro (specialmente linee 1 e 4). 
 
-

16 commenti:

  1. alla port du maillot ci sono dei soggetti che fingono di aiutarvi con i biglietti e truffano sistematicamente,attenti perché in questo posto della metro arrivano tutti quelli che arrivano con ryanair

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alla PORT DU MAILLOT HANNO TRUFFATO ANCHE ME, QUESTI SOGGETTI HANNO ANCHE UN TESSERINO E DANNO L'IMPRESSIONE DI AIUTARVI

      Elimina
    2. In che cosa consiste la truffa?

      Elimina
  2. Capita che qualcuno raccolga ai vostri piedi un anello e ve lo consegni come vi fosse caduto in quel momento salvo poi chiedervi una ricompensa: 20, 30 euro.
    Sembra d'oro, in effetti e un pesante anello di ottone marchiato 24 k: valore zero. Lasciateglielo pure.

    RispondiElimina
  3. Proprio pochi giorni fa ho avvertito una ragazza americana a Montmartre di non giocare. Avrebbe perso 300 euro. Si sono un tantino "alterati", ma per fortuna era pieno di gente e non hanno potuto far altro che inveire contro di me e seguirmi per pochi metri.

    RispondiElimina
  4. State attenti a Parigi..ci sono stata qualche anno fa..in una settimana queste truffe le ho viste tutte. Ah Se avessi letto questo articolo prima!!! Ci sono cascata con il gioco delle tre carte. Credetemi questi signori sono bravissimi e di certo non sono una sprovveduta vivendo anche a Napoli..dove a truffe siamo abituati!! Ricordate che tutto il mondo è paese..io la lezione l ho avuta ed è andata proprio così ma per fortuna ne ho buttati "solo"40! La maggior parte delle vittime erano italiani fregano. Perchè abbiamo la concezione di essere più intelliggenti e di voler fottere il prossimo...ma in realtá veniamo sempre fregati!! Mi raccomando UOMO AVVISATO!

    RispondiElimina
  5. in tre giorni di visita a parigi, per 2 volte han tentato con la storia dell'anello d'oro trovato per terra.....e alla metro di BARBES di vendermi a 10 € carnet di biglietti METRO che di solito costano € 13,69 e poi sigarette....ma non fumo quindi non mi interessavano

    RispondiElimina
  6. Ciao. Noi siamo appena stati a Parigi e siamo tornati con un "bellissimo" anello "d'oro". Viviamo in un piccolo paesino di montagna e non avevamo mai sentito di questa truffa anche se ho visto che è molto frequente nelle nostre città italiane. Cmq ci si rende conto quasi subito della truffa, chi mai trova un pataccone d'oro e te lo "regala" perchè non gli va bene? Ora la mia domanda è una: a noi ha chiesto solo 5€ che non avevamo e allora si è accontentato di 4€. Ci è andata bene perchè poteva chiederci di più (però non gliene davamo di più) o dobbiamo controllare bene bene in borsa? All'apparenza a me non manca niente... (anche perchè non avevo tanto in borsa - chiusa con la zip). Grazie, ciao e, come si dice da me: su co le recie (traduzione: attenzione!)

    RispondiElimina
  7. a Montmartre state anche attenti a dei signori che ti fanno il ritratto col un foglio di carta ed una forbice senza chiedervi il permesso e quando lo hanno terminato ti tolgono 20 euro a ritratto!!!

    RispondiElimina
  8. Sacro Cuore, 8e30 del mattino(praticamente solo io e la mia compagna in giro) 5 senegalesi col giochino del braccialetto ci han spillato 20 euro...Chiaramente non siamo stati li a battibeccare anche perché mentre creano l'orribile braccialetto hanno in mano un taglia unghie enorme (con annesso coltellino) che loro usano per accorciarlo a fine creazione e quindi un pò spaventati abbiamo ceduto... Come si dice dalle mie parti... tanto i 20 euro li useranno in medicine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi sta sera alle 20:00 stessa cosa ci hanno spillato 25€! Perché hanno intravisto la banconota da 20€ e 5€ non gli bastavano e usano il taglia unghie per minaccia e hanno accerchiato me, ma soprattutto il mio ragazzo! Assurdo nemmeno siamo riusciti a salire le scale presi dallo shock!

      Elimina
    2. Anche noi sta sera alle 20:00 stessa cosa ci hanno spillato 25€! Perché hanno intravisto la banconota da 20€ e 5€ non gli bastavano e usano il taglia unghie per minaccia e hanno accerchiato me, ma soprattutto il mio ragazzo! Assurdo nemmeno siamo riusciti a salire le scale presi dallo shock!

      Elimina
  9. Ma scusate, di solito infilate i chiodi nella presa di corrente?
    Basta non essere babaleoni, di truffatori l'è pieno il mondo, ciò!

    RispondiElimina
  10. Sono ancora a Parigi.e l'altra sera ai piedi della scalinata del sacro cuore ci siamo imbattuti nei sopra citati ARTISTI DEI BRACCIALETTI DI COTONE. non abbiamo avuto neanche il tempo di realizzare velocemente perché in 3 secondi sia io che il mio ragazzo ci siamo trovati con il cappio del braccialetto al dito con questi individui di colore che creavano velocemente il braccialetto. A noi é andata bene perché ci hanno fregato solo 5 euro. Dimenticavo,ci hanno anche chiesto se necessitavamo di marijuana..

    RispondiElimina
  11. che tristezza sentir parlare in quei termini degli artisti di strada di Montmartre .. se non ci fossi stata e non li conoscessi potrei anche credere che sia così. Ci sono artisti che hanno iniziato 40 anni fa con i ritratti e sono tutt'ora in quella piazza mossi dalla passione e ovviamente dal bisogno di vivere ... un'opera di un artista ha un prezzo che forse i turisti yuppi non sanno valutare

    RispondiElimina
  12. che tristezza sentir parlare in quei termini degli artisti di strada di Montmartre .. se non ci fossi stata e non li conoscessi potrei anche credere che sia così. Ci sono artisti che hanno iniziato 40 anni fa con i ritratti e sono tutt'ora in quella piazza mossi dalla passione e ovviamente dal bisogno di vivere ... un'opera di un artista ha un prezzo che forse i turisti yuppi non sanno valutare

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento